La clemenza
di Vincenzo Corsi

Inanimato carceriere,

la povertà,

ingiustamente giudica

innocenti trasgressori.

Inevitabili azioni

portano al patibolo

Gli inermi e i deboli,

di rabbia e disperazione

pericolosamente armati.

Miserabili uomini

gridano privi di voce,

dignitosa clemenza.

Vincenzo Corsi