Pozzanghera
di Paolo Delladio

Inzacchero dolcemente e flessuosa
rifletto dal basso la luce del mondo
specchio naturale di un mondo irreale
la suola raccoglie lo schizzo innocente
l’impronta sul suolo di pioggia battente

il salto innocente di un allegro bambino
lo schizzo leggero alzato dal vento
lo sguazzo beato di un uccello appena nato
accolto fra le braccia struggenti
di un pupazzo di neve appena evaporato

gocce di sudore rilasciate dal cielo
lacrime di una testa dispersa fra le nuvole
ospito foglie cadute da un albero
abbracciata finalmente da deboli raggi di sole
lentamente scompaio fra mille colori.

Paolo Delladio

POESIA DEL CONTEST ON LINE “L’ACQUA”