L’abbraccio
di Vincenzo Corsi

Lunghe braccia,

lasciano indizi

di strutturali mancanze.

Immensi spazi

raccontano

esistenziali vuoti.

Forze sommerse

smentiscono

orgogliose autosufficienze.

Imperscrutabili ragioni,

dirottano indomabili scelte.

Inadeguate parole si perdono

in inarrivabili silenzi.

Solo un infinito abbraccio,

sigilla l’incolmabile spazio

di incomprese solitudini.

Vincenzo Corsi