La pioggia
di Salvatore Pantalena

Stai in aria senza far rumore,
cambiando la tela secondo l’umore,
comparsa che accompagni la raggiate faccia
per poi disperderti nel blu.

L’aria è ferma e poi arrivi tu,
scivoli allattando la terra,
la quale partorisce germogli tra la serra
mentre con il tuo profumo ti dissolvi.

Sei gomma con cui ripartire,
cancellando i passi marci del ferire,
per poi asciugare le lacrime
al tuo complice dalle mani falsissime.

Salvatore Pantalena

POESIA DEL CONTEST ON LINE “L’ACQUA”