Il mercato
di Vincenzo Corsi

Nei giorni sempre uguali

di ordinarie, mute , monocrome

e desolate strade,

Il piacere dell’attesa

anima i vuoti spazi

del natio paese.

Pittoreschi banchi

nel flusso della devozione domenicale,

dipingono il risveglio

di colorite visioni.

Ruvidi odori

di annunciati alimenti

rubano attenzione

ai consueti pensieri.

Ristoro per l’anima

Per la quotidiana fatica plumbea,

Il sinestetico mercato.

Vincenzo Corsi