Il cammino
di Vincenzo Corsi

Non abbiamo che il presente.

Nel cammino

Il passato sbiadisce

e il futuro prende forme inaspettate

e non sempre desiderate.

Allora, nel flusso continuo del tempo,

l’uomo è abbandonato

da aspettative e delusioni.

Inaspettata e nascosta,

l’Epifania della felicità

sorprende il pellegrino che cammina

ormai dimentico

di ciò che non ha avuto

e di ciò che aspetta che sarà.

Vincenzo Corsi