Come i fiori d’inverno

Perdonami se non ho dita di petali
per accarezzare leggere il tuo bel volto,
né labbra di rosa in boccio
per baciare dolci la tua pelle…
I segni che porto sul cuore accettali,
sono di un tempo lontano.
Fu grandine di parole a fare scempio
e tempesta di gesti senz’amore distruzione.
Son pronta a darti ciò che resta di me…
ignora le cicatrici mie,
la mia durezza,
e accoglimi con occhi ciechi d’amore,
la forza che vedi l’ho pagata col dolore…
e ho resistito tanto,
come i fiori d’inverno sanno fare.

Romana Francini