Acqua
di Tamara Quadrella

Che tu sia l’onda ed io sia il mare,
acqua in tempesta in cui navigare,
acqua calda molto profonda
che ci accolga sulla sua sponda.

Che tu sia lo squarcio che luce rivela,
che io sia il vento sulla tua vela
che soffia forte e porta lontano,
oltre la coltre dell’uragano.

Che tu sia timone ed io il timoniere,
io lo stendardo e tu l’alfiere
che con coraggio e con passione
sappia avanzare alla porta del cuore.

Tu acqua calda che dalla terra trabocca
sciogliendo i confini di ciò che tocca,
io un lago in piena che gli argini inonda
che coi detriti la terra feconda.

Tra terra e cielo noi siamo il ponte
e della vita noi siamo la fonte,
un fiume in piena che si getta nel mare,
oceano infinito in cui naufragare.

Tamara Quadarella

POESIA DEL CONTEST ON LINE “L’ACQUA”