Massimo Del Zio

Massimo Del Zio  discendente del casato diretto del Senatore Floriano Del Zio che partecipo’ all’Unita’ d’Italia,e al trasferimento della capitale ,da Firenze a Roma ;

Nato a Milano il 15 luglio 1963 poeta Scrittore  drammaturgo ;

Laureato in lettere e musicologia 2003 ; frequenta assiduamente il magistero accademico di lettere e filosofia .

Riconosciuto dalla  Binghamton University of  N.Y  Autore classico studio’ profondamente gli antichi autori latinisti ed i grandi uomini eruditi quali A. Manzoni F. Petrarca  Dante Alighieri Leopardi Chateabriand, Voltaire, D’Annunzio Victor Hugo e tutta la maggior parte del sommo pensiero umano.

Si ritrova nell’autore, una precoce maturita’ donde  presto, venne accolto nei ranghi della celebre Accademia Tiberina a Roma il 21 luglio 1986  Linguista, e oratore  partecipo’ al simposio Atene e Roma  nel 1986. Pubblica con, Albatros Gabrielli Editore in Roma nel 1984 le famose Poesie    Morali, tale pubblicazione  venne elargita all’O.N.U. a Ginevra nel servizio Letteratura .

Riconosciuta la  qualita’ artistica e letteraria dell’autore , nel 1985 ottiene il premio    della letteratura  e della pace; nella Promoteca in Campidoglio a Roma , innanzi ad alte personalita’  del mondo letterario artistico e scientifico ; ed alti dignitari dello Stato  Italiano.  Il Rettore Edoardo Comato scopre alcuni talenti di Del  Zio; poco   dopo lo annovera, il 1° Ottobre del 1985 alla nomina di Accademico Benemerito , nella sezione  Lettere   dell’Accademia Universale G.Marconi a Roma.Vince il 1°Premio Oscar d’oro della citta’ di Capri nel 1987 sezione Letteratura e Musica conferitogli ,    dall ‘ Accademia gli Etruschi di Firenze e l’Accademia Internazionale  citta’ di   Roma ; ” consorella d’ Arte” . Questo avvenimento ,provoco’ l’entrata ufficiale,nell’Accademia degli Etruschi di Firenze, donde il Rettore Giovanni Mazzetti , lo   nomino’ Accademico di Merito H.C. a vita , invitando l’autore al premio Petrarca ,al premio dell’O.N.U. 

L’autore declina questi inviti partecipando al    grande vernissage Artistico Letterario e scientifico dell’esposizione  dei suoi lavori nella galleria del centro storico di Firenze, il 17 Aprile 1987 dove esponevano le opere dei Maestri contemporanei : Salvador Dali’ Remo Brindisi, Renato Guttuso ,Salvatore Fiume ed Ernesto Treccani ; alla memoria di Renato Guttuso . I lavori di Del Zio sono contemplati ,nel periodico dell’Unione della Legion d’oro ; Organo   appartenente all’Accademia Tiberina a Roma , e riconosciuto  dall’ O.N .U  a Ginevra Ambasciate Consolati , il  Vaticano , la Presidenza della Repubblica  ed  alte  personalita’ del mondo letterario e di Stato lo hanno  felicitato ; oltre le frontiere d’Italia per il suo assiduo lavoro svolto per il  benessere dei popoli  .

Romanticista del XXI°Secolo L’Accademia   G. Marconi scrive nel  florilegio d’arte , nella letteraria accademica : ” Lo Scrittore Massimo Del Zio ,nonostante la sua giovane eta’ …e’ scrittore affermato. La sua lirica  e’ piena di   movimento e cromatismo   vero lirismo poetico . Non potendo enumerare la quantita’ di riconoscimenti che sono stati elargiti , l’ autore ha riuscito a penetrare il cuore delle genti scrutando l’animo umano ;  grazie ai suoi illustri :come Aristotele Platone   Orazio ; da Cicerone a Plutarco, veri fulcri che contribuirono al suo sapere . In Basilicata partecipo’ al 1°  Festival Musicale ” Nuovi   Talenti  ” vincendo il 17 settembre del 1987 lo stesso concorso musicale, con 11 voti della giuria su 13  , con la sua composizione :classica  ” DAMMI LE ALI  ” . Qualche anno dopo il 23 Settebre 1989  lascera’ la Basilicata  e l’Italia verso la terra di Victor Hugo e Voltaire a Parigi.  Riceve la nomina di Console H.C.  a vita dall’ Accademia degli Etruschi  col Premio Maremma 2002  ” le opere del genio sono catalogate  alla Bibliotheque Nationale de   France  e Biblitheque Royal de Bruxelles , nelle sezioni Letteratura e Musica ;  ad vitam

Opere maggiori dello scrittore : ”   Poesie Morali  I Cristalli

                                                                                                                                           Del Tempio , Lux Panacea  ,  Il  Cavaliere Errante nell’Asia , La Trilogia Letteraria  Sotto i Veli dell’Etere, il Sepolcrale  gli Idilli Minori ; le Olimpiche , una commedia teatrale  in due atti  Mast Francisch  , un Libretto d’Opera Melodrammatica dal Titolo :  Neroide ”  .

L’Autore e’ insignito  di sette medaglie d’oro in Letteratura e Musica.

”L’opera letteraria Poesie Morali ha ottenuto il ” Premio l’Ala della  Vittoria ” dall’ Editore Albatros Gabrielli a Roma nel 1984” Il grande critico d’arte e  letterato ; Domenico Alfredo Pasolino  delle Istituzioni Ufficiali dello Stato Italiano e Il,Professore Universitario di Lettere e Filosofia  Luciano Pizziconi, riconoscono  con esito favorevole, l’operato ed il merito  di Massimo Del Zio , come   l’incontro dell’autore con Umberto  Eco a l’Ecole Normale Superieur nel 1993. Numerosissime le oratorie , i saloni letterari Italiani e Francesi .Sempre esigente tendenziale alla perfezione  , l’ autore bucolico ;e’ incline   alle relazioni filantropiche e philosofiche umanistiche .

Spiccata e’ l’aderenza con l’universo nell’apprezzamento consonante a Spinoza , Kant e Leibniz ,  ”    la natura nell’essere e dell’infinito .  ”ù

Le poesie di MASSIMO DEL ZIO